LA STORIA


Il Museo Storico Badogliano ha sede a Grazzano Badoglio (AT) nella casa in cui il maresciallo d'Italia Pietro Badoglio nacque nel 1871 e morý nel 1956.
La struttura, venduta dalla famiglia nel 1922, venne riacquistata dalla sezione di Casale Monferrato dell'Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra nel 1937 e donata a Badoglio in segno di omaggio dopo la conclusione della campagna in Africa Orientale. Il Maresciallo volle che la casa, una volta ristrutturata, diventasse un asilo infantile, intitolato alla mamma Antonietta Pittarelli e destinato ad accogliere gratuitamente i piccoli del paese, ma si riserv˛ alcuni locali, tra cui l'antico salotto e una piccola sala che egli stesso destin˛ a museo coloniale.
Nei mesi estivi, quando villeggiava a Grazzano, era lui stesso ad accompagnare i visitatori, illustrando i vari cimeli esposti e le vicende della sua vita militare. Dopo la chiusura dell'asilo, avvenuta nel 1988, un gruppo di volontari locali decise di adibire i due piani della casa ad esposizione permanente, stabilendo un percorso cronologico e tematico che permettesse di offrire ai visitatori una vasta serie di reperti: fotografie, giornali d'epoca, libri, documenti, uniformi, armi, oggetti vari.
In seguito alla costituzione del Centro culturale "Pietro Badoglio", nel 1991, fu questo sodalizio a gestire il Museo per conto della Fondazione Badoglio, proprietaria dei locali. Nel corso degli anni le collezioni si sono costantemente arricchite e si Ŕ resa necessaria una riorganizzazione del materiale esposto. Le visite sono sempre possibili in ogni periodo dell'anno, previo appuntamento con i responsabili della struttura.
casa_vecchia (10K)
L'antica casa Badoglio com'era nel 1936

nel_museo (23K)
Badoglio nel piccolo museo coloniale negli anni '50